Perché non posso non dirmi Napoleonico

Napoleone distrusse il 70% degli edifici religiosi di Alessandria
Alla Commissione Consiliare Politiche Culturali di Alessandria, presieduta da Gianfranco Cuttica di Revigliasco si è parlato della promozione degli studi sulla città, in particolare – prendendo spunto dal libro “Chiese, conventi e luoghi pii della Città di Alessandria” – di quello che è stato fatto in passato. Ne è emersa una sistematica demolizione di edifici di culto e religiosi (Chiese, conventi) che ha interessato la nostra città dai primi dell’’800 in poi[…]
“Tale situazione – continua – ha prodotto quella mentalità giacobina, massonica e anticlericale che ancora oggi produce una naturale resistenza al recupero dei sani e originari elementi religiosi e medievali della città. Quella falcidia ha contribuito a determinare un’eccezionale e deleteria dispersione del patrimonio artistico della storia. Mi chiedo se, in proporzione, abbia prodotto maggiore distruzione di edifici religiosi la veemenza della rivoluzione francese di fine ’700 a Parigi o la follia iconoclasta napoleonica e post napoleonica qui ad Alessandria”.

Napoleone BonaparteIo son convinto che il tappo (Napoleone, non Berlusconi) avesse le sue buone ragioni ma sono d’animo buono, se restituiscono l’ICI e la finiscono di trivellarmi Piazza della Libertà per riesumare quattro sassi, non ho nulla in contrario a lasciargliene costruire altre, magari un po’ defilate che quelle nuove son veramente degli obbrobri.
Fra parentesi, se passi in provincia di Alessandria in cerca di edifici religiosi c’è la sinagoga di Casale Monferrato che è molto bella e ad avere un po’ di fortuna capita che riapra anche quella di Alessandria. Se proprio vuoi una chiesa cerca Santa Maria di Castello la quale sopravvissuta alla furia iconoclasta adesso speriamo resista ai lavori di restauro (o li hanno finiti?)

NB La notizia è presa da giornal, la foto da Wikipedia che sta raccogliendo fondi

8 thoughts on “Perché non posso non dirmi Napoleonico”

  1. Infatti, la Sinagoga casalese merita moltissimo.
    Casale, in generale, merita 😉 Molto più che Alessandria 😆
    (nel chiostro di Santa Maria di Castello ci ho pure cantato col coro… va beh)

    [quasi OT]: Ma è vero che rendono Via Bellini ZTL?

  2. E una scusa per farmi venire a Casale? 😉 Cmq Casale è proprio bella, peccato per i CASALESI! 😀
    Sulla ZTL ad Alessandria credo ripristinino l’editto bulgaro della precedente giunta comunista e anticlericale ma io vado a gpl e me ne frego un tot.
    ps
    Cantavi pure nel coro della chiesa… signur… 😀

  3. Ah.. Napoleone la sua era…. bhe’ la stiamo vivendo con il Berlusca , solo che Napoleone , aveva la buona usanza di Nascondere la mano ladrona…. baciii

  4. Nessuna scusa… vorresti mica contaminare l’illibato territorio casalese con la tua presenza mandrogn… ehm, alessandrina! 😆

    Bene (grazie del link), io non vado a gpl, e non me ne frego un tot. Snort. 👿

    Secondo te io canterei nel coro di una chiesa? Ma sme… 😀

  5. Casalesi… Prego per il link, a parte che faranno solo mezza via (quella che non frega a te), ti conviene passare da dietro e parcheggiare sotto casa mia che è ZTL free e che sta a 300mt di distanza, voglio dire.
    Gesù… cantavi davvero in un coro della chiesa… io parlo di doppi sensi stradali con una bimba che canta nel coro della chiesaaa! Ma sono un orco!
    Cmq… non dovresti studiare di pomeriggio? Fila a studiare! 😀

  6. dimmelo a me, che sto a roma….
    ma se il papa è il capo di tutta la chiesa mondiale, perchè non facciamo a turno a tenercelo?
    un po’ in francia, un po’ in germania, in russia, in angola, in pakistan.
    in groenlandia, che ci vogliamo dimenticare gli esquimesi?

Comments are closed.