Tamacroce

From: Tamagoccia
To: jtheo
Subject: E’ finita

Ti avevo pregato di non bussare alla mia porta ma tu continui, anche quando sono in standby e lo sai. Ieri ho parlato con la portinaia, la Scior Vuol, mi ha detto che sei venuto qui, che eri stravolto e sembravi un marziano, che cercavi di farti passare per uno del condominio.
Non possiamo andare avanti così, mi sono data delle regole nuove e non potrai più entrare nella mia vita, non potrai più divertirti a incasinarmi la logica; a breve ho programmato anche un trasloco, ho trovato un appartamento molto più grande in affitto negli stati uniti dove posso stare sicura al 99.998% e poi voglio prendermi un cognome nuovo, qualcosa di più sofisticato tipo info o biz.
Una vita nuova ecco quello di cui ho bisogno! Magari all’inizio farò fatica ma alla fine sono sicura di farcela, mi vedo già fra qualche anno a fare la WebApplication o del datamind in qualche grosso datacenter.
Addio, è stato bello finché è stato bello, ma ormai non sarà più, bello.

Tamagoccia Remota in Piaccapi

2 thoughts on “Tamacroce”

  1. perché è un’orrida parafrasi di una battuta del film… L’originale era più bello ma non volevo essere accusato di plagio 😀

Comments are closed.