Duro da morire

il malefico moscone
Ho appena fatto secco un grosso e fastidioso moscone con una dosa extra di insetticida! Una volta avrei aperto la finestra per farlo uscire ma ora no. Non più e non solo. Da domani si cambia ancora di più, si diventa un killer! Beh non in senso letterele e comunque… domani e dopo devo fare un piacere ad un amico ma da lunedì si volta pagina! Subito subito una donna e poi un altro lavoro che così non si può andare avanti, che si soffoca e non è solo l’afa. A pensarci bene io con le donne faccio danni peggio di un elefante in una cristalleria e di cocci ne ho piena le scatole. Magari è meglio se mi focalizzo prima su un target ben preciso ma il lavoro, ah si, quello lo cambio! Per forza, d’altra parte son otto anni che lo so che lo devo cambiare anche se non so cosa fare: l’astronauta o il neurochirurgo magari no che soffro un po’ di mal d’aria (saranno le birre?) e le frattaglie mi stanno sullo stomaco ché son vecchiarello. Potrei continuare a fare il sistemista, nel senso che sistemo le cagate altrui oppure il programmatore che ho sempre desiderato programmare che so… un bel suicidio di massa, un lavoretto duro (compra le tuniche bianche, chiama tutti al telefono che non si dimentichino di venire, etc) ma che ti da grandi soddisfazioni: un mondo migliore e meno affollato. Trovato! Andrò a lavorare in un accelleratore di particelle, le prendo a schiaffi perché vadano più veloci (è vero! l’ho letto su internet).
L’unica decisione seria che riesco a prendere è “andare a dormire” e sperare che il sonno porti consigli e un pezzetto di cioccolato che ho carenze affettive.
Buonanotte a tutti.

13 thoughts on “Duro da morire”

  1. @nessuno: grazie, sei il solito schifoso e terrò volentieri a mente la tua offerta 😀

    @Squonk: forse Sir, non sa quanto ha ragione 😛

    @Daniele: on the dark side of the moon, I presume 😀

    @Gioxx: Sei parente di quello la sopra? Cmq no per il momento grazie, mangio qualche cioccolatino 😉

  2. potresti fare il travone.. l’attrezzatura parruccosa già ce l’hai (e la sai usare).. e poi vivi facendoti pagare per fare partecipazione nei tiggì e nelle trasmissioni della fascia protetta…

  3. Sarei lieto di aver sottoposte proposte per eventuale finanziamento Sua nuova attività (preciso che intendo nel campo professionale e non con solerti e sollazzanti meretrici o di agognato riposo). [Uso il lei che l’è meglio non confondere l’amicizia col denaro].
    😉

Comments are closed.