Come direbbe Mr. B

Questo paese, mi consenta, va benissimo! Si, per partire. Ad esempio oggi parte un amico che se ne va a lavorare a Londra; fra qualche settimana invece ne parte un altro, destinazione Buk deKul nella sconfinata prateria degli United States of America. Entrambi hanno qualche caratteristisca in comune oltre al pizzetto, sono due crani (persone molto intelligenti ndr) che non trovano applicazione in questo povero paese. Si occupano di ricerca, di soluzioni a problemi che ancora non esistono ma che, sappiamo per esperienza, prima o poi si presenteranno e lavorano in campi diversi ma dove comunque richiesta l’eccellenza e in Italia se ne trova sempre meno.
Se continua cos finir che resteremo solo io, Micio, Pioppera e Samuele, probabilmente a rifare i Village People.
Ges che orrore.

[tags]bru, londra, ann arbour, italia, ricerca[/tags]

16 thoughts on “Come direbbe Mr. B”

  1. Capito per caso nel tuo blog, portata della barzelletta sulle bionde, e trovo la stessa inquadratura di una foto di campagna ferrarese che ho copiato da Kataweb: tua? Se si: hai raccontato una storia e sei bravissimo. Se no: sei bravissimo perch ci hai visto una storia raccontata!
    Ciao,
    Oro

  2. Ciao Oro,
    mi spiace la foto mia ma non si tratta della campagna ferrarese, piuttosto di quella tortonese. La foto completa la trovi qui e inquadra questo incrocio (io ero dove c’ il cerchiolino all’incirca)

  3. Grazie! Ma la cosa importante che tua! E’ una foto significante! Quella su Kataweb era piena di nuvole e chiamata Via Emilia, ma indubbiamente la stessa foto che ho fatto diventare il mio screen saver! I casi …della vita, vero? ancora Bravo! Ti seguir.
    Ciao!
    Oro

  4. Si in effetti le menti tendono a svigliarsela appena possono… e fanno benissimo secondo me finch qui le cose (non)funzionano cos… come dargli torto?

  5. @Bru: porridge… Buona settimana 😉

    @Barbara: Se i migliori se ne vanno, chi resta? I peggiori?? 😛
    Cmq c’han ragione si ma spiace specialmente quando sono amici.

  6. ciao

    nn vedo cosa ci sia di strano
    ormai questa nazione nn se la fila nessuno
    ma la colpa dei suoi stessi
    quadri dirigenti
    o imprenditoriali

    parlo per mia esperienza
    scusate nn per autoref.
    inizia a fare video
    nel 93
    piccole cose interattive in dos
    sottolineo che i primi video
    in arte risalgono agli anni 20-30
    quindi nulla di pazzesco

    ora le stesse gallerie che mi risero in faccia
    in quegli anni
    oggi mi volevano raccontare di un americano che ha portato un video del
    95
    “capisci del 95”
    nn gli ho detto nulla ma dentro ero un po
    amareggiato
    pensa n si erano nemmeno ricordati
    quante volte ho cercato di spingere queste cose e adesso volevano vendermi questa cosa come se io nn avessi iniziato ieri

    cosa vuol dire tutto questo

    nn ci sono persone che amano il loro lavoro
    la loro missione
    la loro funzione
    ma pieno di persone che aspettano che arrivino le galline dalle uova d oro
    sempre dall estero perche hanno una grande opinione delle capacit degli italiani

    li considerano arretrati o giu di li

    i tuoi amici fanno bene
    io ritornero in francia appena possibile

    le cose in questi 10 anni sono peggiorate solo aumentato il fumo negli occhi

  7. Pingback: Alberto Mucignat
  8. @Bob: Ti capisco, ohhh se ti capisco 😐

    @Barbara: Sei un orologio svizzero, una sera ti abbordo in chat, tanto conosco i tuoi orari 😀

  9. mi hai fatto veramente sorridirE CON LA COSA dei V.P.ahahahahaha!!
    cmq anche una mia amica e’ appena partita …uff—=(=(mi sa ceh mi tocca unirvi a voi…….. mi travesto da uomo .. posso ?

Comments are closed.