il milanés

Sono al parco Montanelli come migliaia d’altri, mi son portato la copertina da parco e sono coricato in penombra. Sto leggendo il libro di Giulio MozziSono l’ultimo a scendere” (Mondadori). A pagina 80 c’è un racconto intitolato Milano, cerco di leggerlo ma c’è confusione: un gruppo di ragazzini gioca a pallone, una coppia che litiga e un gruppetto di persone di col0re che parlano una specie di inglese discutendo animatamente. Ad un certo punto due di questi alzano la voce sempre più in un botta e risposta finché uno dei due si ferma. Per un secondo c’è un silenzio surreale poi, la risposta dell’altro: “ma va a caghé“.

Riprendo a leggere il racconto intitolato “Milano”